W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
Ho visto cose che voi umani non potreste immaginare... Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione. E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser...
INDOVINA IL FILM INFO



 
 
IN SALA | Scheda Film


Thor The Dark WorldThor The Dark World
di Alan Taylor (2013)

Cambio di regista – Taylor al posto di Branagh – per la seconda puntata del mondo di Asgard. La storia è posizionata un anno dopo i fatti di New York visti in The Avengers e prosegue nella cosiddetta “fase due” della Marvel/Disney. Loki (ancora Tom Hiddleston di cui i gossip dicono che non proseguirà a interpretare il fratellastro di Thor; si spera che ciò non sia vero in quanto l’attore dà la giusta connotazione al personaggio. Tanto è vero che il film si vivacizza quando lui entra in scena!) viene condannato da Odino alla prigionia perenne come pena per i suoi misfatti su Asgard e sulla Terra. Thor (Chris Hemsworth ritornato nei muscoli del dio dopo l’ottima prova in Rush), invece, è lacerato dall’affetto per lui e, soprattutto, dalla mancanza di Jane (sempre Natalie Portman). E’ proprio Jane a Londra che, per caso, ritrova un prodotto alieno, nascosto sulla Terra tanto tempo prima in occasione della sconfitta dei malvagi elfi oscuri. Che, contrariamente a quanto ritenuto da Odino (Anthony Hopkins), non sono stati completamente distrutti. Il loro capo, il malvagio Malekith (Christopher Eccleston) si ridesta e porta la sua vendetta al livello estremo, forte della eccezionale convergenza dei nove regni e della volontà di ripristinare l’era dell’oscurità. Una lotta senza quartiere in cui gli elfi oscuri – per loro, nella buona tradizione, è stato inventato un linguaggio specifico – si dimostrano più potenti, più scaltri e più determinati degli asgardiani, che saranno costretti a pagare un prezzo molto alto per difendere Asgard e la Terra. Thor, impegnato in prima persona e contro Odino, si vede costretto a chiedere aiuto proprio a Loki, con tutte le cautele e le conseguenze del caso. Inutile dire che l’infido Loki troverà il modo per volgere a suo vantaggio la situazione, ma – rispetto a quanto fatto precedentemente – con più sottigliezza e astuzia. Oltre ad alcune new entry, come Adewale Akinnuoye Agbaje, e un cameo di Chris Evans Captain America, sono presenti tutti i comprimari della prima puntata – da Stellan Skarsgard a Idris Elba (Heimdall), a René Russo (la madre), agli dei guerrieri, alla stagista di Jane (qui affiancata da un “suo” stagista). I centododici minuti del film sono ricchi di straordinari effetti speciali, ancora più apprezzabili nella versione 3D di elevata qualità (ideale vedere il lungometraggio nelle sale migliori della penisola, come, per esempio, la Sala Energia del cinema Arcadia di Melzo), belle le scene e i paesaggi (girato principalmente tra i vulcani dell’Islanda, il sito archeologico di Stonehenge e negli Stati Uniti del Sud), perfetta la recitazione e la caratterizzazione dei vari personaggi. Ciò che fa la differenza con la versione di Branagh è la prima parte molto lenta. Forse perché l’ambiente protagonista è Asgard, forse perché i tormenti di Thor non aiutano, forse perché il regista non è così bravo nonostante (o a causa di) la regia de Il Trono di Spade, fatto sta che il film ha un guizzo con Loki e, ancora una volta, la sua presenza è determinante per portare ironia e rendere interessante la storia. Attenzione: non lasciare la sala prima della completa accensione delle luci. La produzione, infatti, ha inserito ben due scene di collegamento con le prossime puntate Marvel, una alla fine dei titoli di coda.

GIUDIZIO: WW