W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
Uno, due, tre, quattro, cinque, sei... sei, il numero perfetto. Non è tre il numero perfetto? Si, ma io ho sei colpi qui dentro.
INDOVINA IL FILM INFO



 
 
CHI SIAMO

 
L'idea di W2M nasce nel 2000.
In una web agency, di quelle che correvano sull'onda della New Economy, tre colleghi, o meglio, tre amici, hanno intrapreso la strada del cinema, dando vita a una newsletter nella quale hanno sempre espresso, fin dal primo attimo, l'amore per la Settima Arte.
Trascorso un anno, due e ancora tre, i lettori, gli appassionati, aumentavano di numero e esprimevano il loro interesse per quella piccola idea che avevamo creato con semplicità e che stavamo facendo crescere.
Oggi, il nostro progetto è divenuto realtà, e questo luogo virtuale che raccoglie tutto quello che abbiamo scritto e detto, assume per noi una grossa importanza, e per voi, che ci auguriamo ci sarete sempre più vicini, un modo per leggere le emozioni prima di affrontarle in quel luogo buio che si chiama cinema. Buio in sala.
 

I FONDATORI

Mattia Nicoletti
Milanese, 34 anni, ideatore di W2M, ama il cinema più di se stesso. Dopo la laurea in Economia con una tesi in marketing, guarda caso sulla settima arte, ha trascorso qualche anno nel mondo della moda (Donna Karan, Romeo Gigli) e poi nella Grande Distribuzione (tessile Upim). Per 12 mesi non ha trovato niente di meglio da fare che diventare il mktg manager della web agency Welcome 2000, oggi Publicis Network. Dopo un anno ha creato con Francesco Emiliani e Alberto Aimo, Suite3, un'agenzia pubblicitaria assolutamente confortevole. Oggi fa il consulente di comunicazione, ma è convinto di coronare il suo sogno: diventare critico cinematografico.
 

La sua Top 5:

1. Jules et Jim di François Truffaut Amore e amicizia raccontato dall'uomo che amava le donne: un sogno, il cinema.

2. Fino all'ultimo respiro di Jean Luc Godard I tempi, la vita, il cinema della "Nuova Onda".

3. La doppia vita di Veronica di Krzysztof Kieslowski Una poesia sul destino.

4. Alien di Ridley Scott Umido, buio ed inquietante. Un incubo sospeso nell'universo.

5. Les Enfants du Paradis di Marcel Carnè La vita, il teatro, il cinema. Un capolavoro.


Filippo Nembrini
Nato a Milano il 17/04/1970, si è laureato in Economia & Commercio con tesi sulle fantomatiche Reti Neurali Artificiali…roba da Matrix! Dopo un paio di esperienze di lavoro tra Londra e Milano si è rifugiato per un paio d’anni in Welcome 2000, ricoprendo il ruolo di Account Manager. Ora inizia una nuova, splendida avventura nella grande famiglia Mondadori (!!) dove – giura – arriverà in un modo o nell’altro al meritato (?!?!) successo… Convinto di poter diventare un giorno scrittore di fama - da mesi i suoi romanzi “Il Luogo”, “Se Gesù fosse stato americano…” e “Senza filtro” sono in cerca di editore – nutre una vera passione per il cinema.
 

La sua Top 5:

1. Una relazione privata di Frederic Fonteyne perché è un capolavoro di sensibilità.

2. Ghost Dog di Jim Jarmush perché è un capolavoro di romanticismo da strada.

3. Fight Club di David Fincher perché è un capolavoro di denuncia sociale.

4. Moulin Rouge di Baz Luhrmann perché è un capolavoro bohemienne.

5. Underground di Emir Kusturika perché è un capolavoro.


Francesco Castiello
Nato a Milano il 10 gennaio 1974, dopo una meravigliosa esperienza di 5 anni all'Istituto Statale d'Arte di Monza, si è diplomato in Scenografia all'Accademia di Belle Arti di Brera, con tesi, guarda un po', su "Il Cinema di Quentin Tarantino". Dopo il servizio civile è sopravissuto in un negozio di dischi, dove si è cibato di musica (e colonne sonore in particolare) per più di un anno. La vita lo ha infiltrato nel Web dove, come web designer, a mosso i suoi primi passi in Welcome 2000. Dall'autunno del 2002 la sua vita è decisamente cambiata. Milano come cantano gli Afterhours, Non è la Verità, e lo ha prosciugato abbastanza da fargli cambiare residenza. Si occupa sempre con passione di web design, ma ormai si permette di esplorare, come un consumato pioniere della rete, alcune ancora desolate praterie del Web piemontese. Ama il cinema in maniera carnale, guarda praticamente tutto ed ha un debole per il cinema italiano degli anni '50 e '60. Andava ad almeno 2 proiezioni alla settimana, ma da quando si è dotato di un impianto Home Theater, si dedica spesso al videonoleggio, sperando sempre di scoprire, ogni volta, il film della sua vita.
 

La sua Top 5:

1. Marrakech Express di Gabriele Salvatores perché vorresti essere anche tu su quella macchina.

2. I Soliti Ignoti di Mario Monicelli perché è una lezione di realismo, comicità e saggezza cinematografica.

3. Nosferatu di Friedrich Wilhelm Murnau perché è stato il primo.

4. 8 ½ di Federico Fellini perché ti fa capire quanto sia magico il cinema.

5. Pulp Fiction di Quentin Tarantino perché ci sono i migliori dialoghi della storia del cinema

 

 
 

© 2017 w2m.it - realizzazione tecnica: E.R.WEB - s.r.l. | Privacy Policy | Cookie Policy