Deprecated: Function ereg_replace() is deprecated in /home/.sites/90/site11/web/libs/func_kda.inc.php on line 168 Recensione di Argo (E.M.) - Ben Affleck - W2M
W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
È sempre la stessa storia: è solo quando cominci a temere davvero la morte, che impari ad apprezzare la vita.
INDOVINA IL FILM INFO



 
 
IN SALA | Scheda Film


Argo (E.M.)Argo (E.M.)
di Ben Affleck (2012)

Argo è tratto da una storia vera, seppur poco conosciuta: per lungo tempo è stata segreto militare della CIA. Nel '79, a Teheran, una folla di rivoluzionari invade l'ambasciata americana, è inferocita perché vorrebbe vedere morto lo Scià Mohammad Reza Phalavi, rifugiatosi negli Stati Uniti. Una cinquantina di americani dell'ambasciata vengono fatti prigionieri, sei riescono a fuggire e si nascondono nella residenza dell'ambasciatore canadese. Le loro probabilità di salvarsi sono comunque scarse, ci vuole poco per scovarli e ucciderli. La CIA decide quindi di intervenire in loro aiuto, e lo fa grazie all'“esfiltratore” Tony Mendes, che si spaccia per produttore di Hollywood alla ricerca di luoghi esotici per le riprese di un film di fantascienza: Argo. Dopo il finto sopralluogo tornerà negli USA con tutta la troupe, a cui di nascosto si saranno aggiunti i sei fuggiaschi. E' quindi un meta-film (a partire dal titolo), perché racconta di come l'espediente di Argo sia stato fondamentale nella risoluzione di questo guaio, e perché racconta Hollywood da “dietro le quinte”. E' inoltre la terza prova da regista di Ben Affleck, anche attore protagonista. Nonostante il peso della vicenda raccontata, “non è un film politico” ci tiene a precisare, ed è più che evidente. Tutto è giocato sull'equilibrio tra la tragicità dell'episodio storico e l'ironia della satira sull'industria hollywoodiana. Non mancano momenti di pura ilarità, grazie a due personaggi veterani di Hollywood, che ce la dipingono con il cinismo più spietato e comico. Molta attenzione è stata fatta per la fedeltà nella rappresentazione degli eventi, aiutandosi con materiale di repertorio, e perfino gli attori sono stati scelti in base alle loro somiglianze con i reali protagonisti. Non abbiamo infatti un cast di visi noti al grande schermo, bensì di notevoli interpreti provenienti per lo più da serie televisive, che in America hanno una qualità di gran lunga maggiore rispetto ad altri paesi. Si sa che i film basati su eventi storici non hanno l'esclusiva sul finale (lo si conosce già), perciò si punta alla suspence da fiato sospeso, qua ottenuta benissimo, e talvolta spinta all'estremo. Forse proprio il finale, dove traspare tutto il patriottismo del regista, si rivela troppo entusiastico e stereotipato. Da ammirare, invece, la perfetta rappresentazione degli anni '70: nei macchinari, negli accessori, nell'abbigliamento, nelle acconciature ecc. Eppure non è solo un fatto estetico, ma un modo specifico di fare cinema: il regista dichiara di essersi ispirato al cinema degli anni '70, di cui è appassionato. Non è infatti difficile notare somiglianze con film del calibro di Tutti gli uomini del presidente (1976), con cui condivide anche il destino di raccontare una vicenda sensazionale che ha fatto la storia americana. Dopo Gone Baby Gone e The Town, Ben Affleck (grazie alla produzione di George Clooney e Grant Heslov) davanti e dietro la cinepresa dimostra grandi capacità e conoscenze, per un film che non delude. Da godere, da vedere.

GIUDIZIO: WW 1/2